TRHA terza tappa 2021: dalle Notti magiche ai maledetti toscani

Subito dopo la conquista dell'Europeo calcistico, appena terminati i caroselli e gli inni a squarciagola, il Reining torna a bussare... Tre colpi come il numero della tappa, tre come gli atti di questo grande spettacolo che è il Reining toscano, quello del Pegaso che stoppa.

Dal 15 al 18 luglio la notti magiche si sono trasferite dai sogni europei al Centro Ippico "Lo Scoiattolo" a Pontedera (PI).

Il rito ha rispettato la stessa liturgia con le prove del giovedì: i paytime, una processione infinita di cavalli e cavalieri dai box al campo prova e dal campo prova all'arena a cercare di capire, mettere a posto, interpretare, costruire, mostrare, ingannare, convincere sé stessi e il proprio compagno di strada. Questa continua febbrile ricerca di un'armonia tra binomio, movimento, arena per un periodo brevissimo: una sorpresa che ti coglie alle spalle e non riempie mai del tutto. Questa tensione affascina del Reining. È tutto così vero che ci lascia muti, in un tempo immobile che piano sfugge. Questo preciso momento cercano i Reiner. Mi ricordano i surfisti, in giro per il mondo, a caccia dell'onda perfetta... Ore e ore di viaggio ed eccola è questa... Anzi no. Peccato. Sarà la prossima. Meno male. La passione che cosa scomoda.

Si va in scena venerdì 16 luglio, il primo atto prevedeva tre categorie:

  • Novice Horse Open, 17 partecipanti: vince Gennaro Lendi su OT Holly Spooks di For Five
  • Ladies, 8 partecipanti: vince Camilla Massa su Chico Believer di sua proprietà
  • Novice Horse Non Pro, 14 partecipanti: co-champion Alessandro Bardelli su Fashion Frozen Whiz di sua proprietà e Giulia Pianini su Ima Snoop Olena di sua proprietà

Sabato 17 luglio, secondo atto, con dieci categorie:

  • Rookie, 25 partecipanti: ancora co-champion con Adelise Riparbelli su Missin The Whiz di sua proprietà e Lucrezia Rindi su CR Chocbueno di Francesca Calieri
  • Limited Open, 1 partecipante: vince Lisa Meacci su Frozen Jessie di Piero Priori
  • Intermediate Open, 7 partecipanti: usata dai partecipanti per fare scuola ai cavalli, competizioni nazionali e internazionali li aspettano nei prossimi mesi
  • Open, 6 partecipanti: vince Giovanni Masi con Flame Boy Smile di Seahorse srl
  • Limited Non Pro, 8 iscritti: un altro pari merito in testo con Viola Buscagli su Colonel Jaba di sua proprietà e Camilla Massa su Chico Believer di sua proprietà
  • Intermediate Non Pro, 8 partecipanti: vince Lisa Bianchi su FNL Matilyn Gun di sua proprietà
  • Non Pro, 7 partecipanti: vince ancora Lisa Bianchi su FNL Matilyn Gun di sua proprietà
  • Snafflebit Non Pro, 2 partecipanti: vince Eleonora Biasutti su Hulligan di Filippo Masi
  • Snafflebit Open, 8 partecipanti: vincono Francesco Schippa Su Olena Honey's Jackies di Marianna Cappa e Gabriele Landi su RR Shine Chic Legend di Raasok Hans
  • Nel Circuito preparatorio sport integrati i due concorrenti erano Pablo Traversi e claudia Fanfani su Pride Buenonic di Silvia Gandolfi, un cavallo speciali per Reiner speciali.

Domenica 18 luglio, terzo e ultimo atto, effervescente, vivo, energico: 13 categorie, un turbinio di emozioni, colori, premiazioni, foto, soddisfazioni, rivincite, delusioni, voglia di ricominciare...

  • Novice Riders 2 mani, 12 partecipanti: vince Claudia Gesi su Sailing Tivia Mr di sua proprietà
  • Rookie/Youth, 5 partecipanti: vince Tommaso Marchi su Sunburst N Whiz di sua proprietà
  • Rookie/Youth Bis, 5 partecipanti: vince ancora Tommaso Marchi su Sunburst N Whiz di sua proprietà
  • Over 50 Open/Prime Time, 2 partecipanti: vince Mauro Esi su Ercolino Night di Seahorse srl
  • Short Stirrup, 2 partecipanti: vince Ginevra Ruggeri con Colonel Jaba di Viola Bruscagli
  • Novice Riders, 7 partecipanti: vincono Guglielmo Moretti su TC Lucifer 66 di sua proprietà e Martina Ranfagni su Masters Boomalena di sua proprietà
  • Novice Riders Bis, un solo partecipante: vince Gaia Baronti su Corkey Kihiz of Rio di Giovanni Aiazzi
  • Youth 14-18, 5 partecipanti: vince Adelise Riparbelli su Missin The Whiz di sua proprietà
  • Youth <13, un solo partecipante: vince Tommaso Marchi su Sunburst N Whiz di sua proprietà
  • Over 50 Non Pro/Prime Time, 2 partecipanti: vince Fabrizio Magni su Gunner Likestoboggie di sua proprietà
  • Green Level, 9 partecipanti: vince Silvia Catarzi su Wright On Tinseltown di sua proprietà
  • Rookie Coppa Toscana FISE, 12 partecipanti: vince Giulia Pasquini su Mv Earth Wisper di sua proprietà
  • Any Horse Any Riders, 6 partecipanti: anche questa categoria è stata usata per continuare il lavoro di scuola per cavalli destinati a competizioni di carattere nazionale o internazionale o alle loro prime trasferte.

Alessandro Pavoni è stato il giudice che ha gestito ogni situazione con competenza, attenzione e ha sempre cercato di dare anche suggerimenti ai più giovani, con simpatia, empatia e calore.

Sono già state definite le prossime due tappe: quarta dal 9 al 12 settembre e quinta dal 7 al 10 ottobre, durante la quale si svolgerà il Futurity Toscano 3-4 yrs old.

La TRHA vuole essere più attrattiva e coinvolgente, rinnovarsi nel linguaggio e trovare energia nuova: favorire il protagonismo giovanile è la strada da percorrere. Per questo sta favorendo la nascita di una commissione Youth, composta di soli ragazzi, che collaborerà con il consiglio per proporre idee, necessità... Dal possibile clinic con un Top Trainer alle feste.

Primo passo di questa linea verde è lo Youth Trophy & Rookie Youth Challenge, che verrà organizzato durante la quarta tappa a chiusura delle vacanze.

Durante questi giorni il consiglio della TRHA, con i due coach delegati Giovanni Masi e Adriano Meacci, ha selezionato la squadra che rappresenterà la terra di Dante e Brunelleschi, Petrarca e Leonardo alla Coppa delle Regioni come di tradizione ospitata in seno al Derby italiano. La tappa ha dato indicazioni importanti sullo stato di forma degli atleti ma la valutazione è stata più estesa: ha tenuto conto di tanti aspetti, con l'obiettivo di essere competitivi e di portare il Reining toscano al ruolo che gli spetta nel panorama nazionale.

Tik Tok TRHA è il nome della squadra, che gioca tra modernità (il social più popolare tra i ragazzi) e i vecchi cartoon (Qui Quo Qua, i nipoti di Paperino) ed è composta da:

  • Selene Lugari e Joe Great Glo (Novice Riders)
  • Tommaso Marchi e Sunburst N Whiz (Rookie Youth)
  • Adelise Riparbelli e Missin the Whiz (Rookie)
  • Nico Falcone e Gi A Classic Whiz (Limited Non Pro)
  • Arianna Redditi e Flash Custom Baby (Youth)

Hanno una responsabilità grande. Rappresentano una regione che ha dato lustro al Reining, lo ha da subito accolto tra le sue colline e i suoi dialetti, tra la Maremma e il “chiantishire”, tra le Apuane e Santa Croce. Vuole continuare ad essere protagonista: con allevatori, Reiner, Non Pro e con la capacità di riportare il Reining italiano a “risciacquare i panni in Arno”. L'orgoglio dei maledetti toscani è celebre: un'identità costruita tra storia, bellezza, laicità, comuni, signorie, campanilismo... Curzio Malaparte nel suo famoso saggio scrive "maggior fortuna sarebbe se in Italia ci fossero più toscani e meno italiani".

Io dico che il nostro team e la nostra regione sono sTRHAtosferici.

Albano Ricci