Ponyadi 2021: per la prima volta anche il Reining protagonista

Le Ponyadi FISE 2021 stanno finendo (si chiuderanno il 4 settembre 2021 dopo essersi aperte il primo settembre scorso), viva le Ponyadi. Potremmo chiudere qui la cronaca di questi primi giorni di settembre, quando anche la luce sembra più dolce e accompagna le ombre sui campi da gara e l'aria quasi leggera prende per mano il giorno.

Si è respirata allegria all'Equestrian Center di Arezzo, uno degli impianti per l'Equitazione più importanti d'Europa: per struttura, campi gara, cura e servizi. Un formicolio di voci e risate è venuto in soccorso a tutto il mondo dell'equitazione italiana dopo anni difficili. Il futuro, è inevitabile, passa da qui. Forte è rimbalzato il messaggio, voluto dalla Federazione sull'uso de Kep, tanto da intitolarne l'evento. Rispetto del cavallo e salvaguardia della propria incolumità: solo da questa base si può passare al gesto tecnico e all'educazione sportivo/agonistico. La cronaca più squisitamente legata all'aspetto competitivo sta vedendo trionfare nel medagliere la Toscana inseguita dall'Emilia Romagna; praticamente tutte le federazioni regionali sono intervenute.

Per la prima volta anche il Reining ha avuto la possibilità di essere inserito nella rassegna nazionale. È un traguardo che la disciplina deve saper cogliere come un'opportunità per poter divulgare la cultura di questa disciplina. La storia è affascinante, trae le sue origini dal mito del West, dalla necessità del cowboy di avere cavalli da manovrare con facilità, condurre tra le redini “to rein”, nel lavoro con le mandrie, e arriva a un presente sportivo di armonioso intreccio di eleganza e potenza.

Toscana e Lombardia hanno aderito con i loro binomi composti da giovanissimi reiner e pony dal cuore grande, giudicati dall'esperienza, certificata NRHA, di Filippo Masi.

Le categorie a disposizione erano quattro e divise in base all'età dei bambini: potevano partecipare cavalieri in possesso di patente A nelle categorie Classe “A” e Classe “B”, patenti A /BW/BWR negli Short Stirrup e solo patente BWR nella Categoria Youth<14.

La partecipazione a una classe nell'ambito di quanto consentito era a scelta del Tecnico.

Le categorie Classe “A” passo e Categoria Classe “B” trotto, età del Bambino dai 5 ai 7 anni, seguivano il regolamento Pony Reining.

Nella categoria Short Stirrup l'età del Bambino andava dai 7 agli 11 anni e si è seguito il regolamento di disciplina Reining.

Nella categoria Youth <14 l'età del bambino era fino ai 13 anni e si è seguito il regolamento di disciplina Reining.

Dopo la doverosa premessa esplicativa passiamo ai protagonisti...

Categoria Classe A, categoria al passo

  • Medaglia d'oro alla Lombardia con Lucia Panizza su Furia
  • Medaglia d'argento ancora alla Lombardia con Emma Faustini sempre su Furia
  • Medaglia di bronzo alla Toscana con Romeo Toscani su Narciso

Categoria Short Stirrup

  • Medaglia d'oro alla Toscana con Olivia Tartaglia su Corkey Khiz Of Rio
  • Medaglia d'argento in coabitazione: Lombardia con Matilda Barbieri su Smoking Shot Gun e Toscana con Alessandro Costoli su White Catchy Girl

Categoria Classe B, categoria al trotto

  • Medaglia d'oro alla Lombardia con Lucilla Panizza su Lemacs Rooster
  • Medaglia d'argento ancora alla Toscana con Romeo Toscani su Ha Steady Freckle.
  • Medaglia di bronzo alla Toscana con Tognetti Ranieri su Narciso

Youth

  • Medaglia d'oro alla Toscana con Matilde Mazzanti su su Corkey Khiz Of Rio
  • Medaglia d'argento alla Lombardia con Martina Panizza su Howdy Enterprise
  • Medaglia di bronzo alla Lombardia con Federica Faccinacani su DG Black Rose

ParaReining

  • Medaglia d'oro alla Lombardia con Lucilla Panizza su Lemacs Rooster

La classifica a squadre ha visto primeggiare la Toscana guidata dal coach Ahmad DEL JOOYE SABETI.

Le classifiche sono importanti perché il Reining è uno sport e il senso della sconfitta e quello ignoto della vittoria sono doni che ci vengono in soccorso per “prendere” il centro, quello dove si dovrebbe cambiare di galoppo e quello che ci dovrebbe insegnare come cambiare noi stessi.

Tutti gli addetti ai lavori hanno trasmesso, in questi giorni, qualcosa di più. Si vince sempre se siamo una squadra e ci si diverte, sempre anche se si perde.

Tutta la comunità del Reining nazionale si complimenti con questi ragazzi, li ringrazia.

I giovani reiner saranno ancora protagonisti, ancora in Toscana, tra una settimana quando lo Youth Trophy e Rookie Youth Challenge saranno il cuore della quarta tappa del campionato TRHA. I premi saranno dei clinic con dei top trainer di fama internazionale.

Il circolo Ippico “Lo scoiattolo” di Pontedera vi aspetta l'11 settembre 2021.

Le Ponyadi sono quasi finite come le vacanze, ahimè. Viva le vacanze, viva il Reining, viva i giovani.

Albano Ricci

Video